Giovedi 05 Luglio 2012
Chiesa Santa Maria Assunta - Orta


Durante il passaggio dal Duecento al Trecento si assiste in Europa ad un vero e proprio stravolgimento sia artistico-culturale che socio-politico: la nascita delle Signorie e lo sviluppo del pensiero umanista fanno si che tutti i settori dell’arte e della cultura muovano verso una sempre maggiore laicizzazione. L’uomo con le sue passioni e i sentimenti diviene la principale fonte di ispirazione per gli artisti. Ma questo non significa che si attenua il fervore religioso della società medievale, anzi, l’arte sacra si rinnova parallelamente a quella profana ed usa a proprio favore le innovazioni delle nascenti correnti artistiche trecentesche.

In questo periodo la musica raggiunge la dignità di arte autonoma, in un processo di emancipazione che vede da un lato lo svilupparsi delle forme contrappuntistiche polifoniche anche in ambiente profano e dall’altro il riscatto in forme colte di temi e forme “volgari” come il madrigale e la ballata.
I brani proposti dall’ Ensemble Orientis Partibus vogliono offrire all’ascoltatore una panoramica delle forme e degli stili succedutisi tra il ‘200 e il ‘300.
Gli strumenti utilizzati dall’Ensemble esprimono la vivacità timbrica della musica medievale e sono fedeli ricostruzioni, prevalentemente da fonti iconografiche, realizzate da liutai specializzati in questo tipo di ricerca.

L’ensemble di musica medioevale e rinascimentale “Orientis Partibus” nasce ad Assisi agli inizi degli anni ‘90, dal fortunato incontro fra alcuni musicisti umbri già esecutori attivi ed apprezzati nel panorama musicale classico italiano. Mosso dal comune interesse per la cultura e la musica antica, il gruppo si impegna fin dall’inizio a ricreare l’atmosfera popolare e cortese del mondo medioevale.
L’ensemble “Orientis Partibus” legge oggi il medioevo con spirito di appartenenza a luoghi e visioni sempre vive nella terra dei santi. La fedeltà interpretativa, giocata sapientemente sulle antiche architetture musicali, è espressa al meglio da una meticolosa ricerca timbrica, ottenuta anche con attente ricostruzioni di strumenti musicali dell’epoca, spesso su base di precisi riferimenti iconografici. Il tutto è impreziosito delle esperienze dei singoli esecutori del gruppo che, sempre nell’ambito della musica medioevale, hanno al loro attivo tournée in Italia, Francia, Germania, Polonia, Olanda, Austria, Finlandia, Ungheria, Australia.
L’ensemble “Orientis Partibus” si esibisce da anni con successo per importanti associazioni concertistiche e partecipa alle maggiori rassegne di musica antica in tutta Italia ed Europa.

Programma

L’Amor Sacro
L’Amor Profano
Des oge mais
Santa Maria amar
Cantigas de Santa Maria
Ave donna santissima
Laudario di Cortona
Missus est
Tu nobis
Laudario di Bobbio
Stella splendens
Polorum regina
Cuncti simus concanentes
Llibre vermell de Montserrat
Lamento di Tristano
Per tropo fede talor se perigola
Salterello II
Questa fanciulla amor
La Manfredina
Amor mi fa cantar
Salterello III


~ ~ ~
ESECUTORI

Vladimiro Vagnetti salterio, bombarda, flauto di corno, cornamusa, tamorra
Valeria Puletti voce, viella, ribeca e arpa
Marco Becchetti viella e ribeca
Roberto Bisogno liuto e sinphonia
Giovanni Brugnami flauto diritto, flauto traverso, flauto doppio, flauto col tamburo
Salvatore Sciammetta organetto


Concerto realizzato con il contributo di:

 


Una realizzazione    
Copyright © 2011-2013 Medioevo sul Lago d'Orta - Tutti i diritti riservati.
Power by Nani Antonello